ACLS avanzato

Informazioni più importanti

Sei un proprietario di una palestra? Sei il presidente di un’associazione sportiva? Organizzi eventi o gare? Continui a chiederti se devi avere un defibrillatore semiautomatico o se puoi farne a meno? Vorresti capire qualcosa sulla normativa?

La necessità di possedere un defibrillatore è prevista dalla legge per determinate attività private e pubbliche: la cosiddetta legge Balduzzi” (189/2012) prevede l’obbligo di defibrillatore per le società sportive dilettantistiche e professionistiche. In origine l’obbligo era limitato alle sole competizioni, ma la legge 116/2021 all’articolo 4), estende l’imposizione anche agli allenamenti. La stessa legge, inoltre, sancisce l’obbligatorietà dei defibrillatori per le pubbliche amministrazioni (intese sia come enti pubblici, anche locali, che scuole o università) che abbiano almeno 15 dipendenti e, in ogni caso, se aperte al pubblico. Inoltre, questo riferimento normativo impone i defibrillatori anche per aeroportistazioni ferroviarieportiaereitreninavi, che effettuano tratte con una percorrenza continuata, senza possibilità di fermate intermedie, di una durata di almeno 2 ore.

I decreti

Il Decreto 24 Aprile 2013 del Ministero della Salute  “Disciplina della certificazione dell’attività sportiva non agonistica e amatoriale e linee guida sulla dotazione e l’utilizzo di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita” ha disposto l’obbligo per le società sportive professionistiche e per quelle dilettantistiche di dotarsi di defibrillatori semiautomatici. Per i professionisti l’obbligo è entrato in vigore come previsto con il Decreto 11 gennaio 2016 del Ministero della Salute.

Il Decreto 26 Giugno 2017 del Ministero della Salute invece chiarisce alcuni aspetti attuativi e l’obbligo dei defibrillatori e di personale formato al primo soccorso. Tale decreto, che riguarda anche le società dilettantistiche, prevede che ogni impianto sportivo deve essere dotato di un defibrillatore semiautomatico o a tecnologia più avanzata e impone che nel corso delle gare deve essere presente una persona formata all’utilizzo del dispositivo salvavita. Gli obblighi gravano in capo a tutte le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano una delle 396 discipline sportive riconosciute dal Coni (delibera n° 1566 20 dicembre 2016 del Consiglio Nazionale del Coni).

Sono escluse dall’obbligo di dotazione del defibrillatore e dalla presenza obbligatoria del personale formato durante le gare le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano la propria attività al di fuori di un impianto sportivo e le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano sport a ridotto impegno cardiocircolatorio, il cui elenco è contenuto nell’allegato A del decreto (ad esempio bowling, bocce, dama e freccette).

I defibrillatori, infine, devono essere posizionati all’interno di teche ad accesso pubblico 24 ore su 24.

se siete interessati ai nostri corsi, visitate la pagina apposita

Affiliazione Amazon

I banner di affiliazione visualizzati vi porteranno direttamente su Amazon, dove potrete esplorare ulteriormente i prodotti e fare i vostri acquisti in modo sicuro e veloce. Quando effettuate un acquisto attraverso uno dei nostri link di affiliazione, riceviamo una piccola commissione che ci aiuta a sostenere il nostro sito e a continuare a fornirvi contenuti interessanti e utili.

Contattaci

Utilizza il modulo oppure contattaci via telefono o email

Dove siamo

Indirizzo e recapiti della nostra sede

ingresso croce viola sesto fiorentino

Tutti i corsi